PugliaRegione Puglia + LecceProvincia di Lecce 
  • ALESSANDRO PINO

     

     

    Partecipò ai moti rivoluzionari del 1848 e fu primo Sindaco monteronese dopo l'unità d'Italia.

  •  
  • ALFREDO CONTE

     

     

    Tenente di fanteria, trovò la morte nella battaglia di Algà-Bosonte'. Fu insignito della medaglia d'oro al valor militare.

  •  
  • ANTONIO BERNARDINI MARZOLLA

     

     

    Letterato e Pedagogo, autore di molti scritti.

  •  
  • CARLO ANTONIO D'ARPE

     

     

    Lottò per ideali di libertà, partecipò ai moti del '48 e fu condannato a "9 anni di ferri" nelle carceri borboniche.

  •  
  • ERNESTO SIMMINI

     

     

    Nato il 09.02.1899, morì nella battaglia di Tobruk. Fu insignito della medaglia d'oro al valor militare.

  •  
  • FILIPPO LOPEZ Y ROYO

     

     

    Vescovo di Nola, Arcivescovo di Palermo, Vicerè di Sicilia.

  •  
  • FRÀ PAOLO DA MONTERONI

     

     

    Cappuccino di fausta vita, visse tra il 500 e 600.

  •  
  • GAETANO MADARO

     

     

    Partecipò ai moti rivoluzionari del 1848.

  •  
  • GENNARO ALFONSO SIMINI

     

     

    Addottorato in Lettere e Filosofia, in Matematica, in Medicina e Chirurgia. Partecipò ai moti del 1848 e dimostrò il suo amore per la libertà lottando anche per l'indipendenza dell'Albania.

  •  
  • GIOVANNI ANTONIO SOLAZZO

     

     

    Filosofo e Teologo

  •  
  • GIUSEPPE SIGNORE

     

     

    Vescovo di Telese e Cerreto Sannita e successivamente di Emmaus, fu promotore della fondazione della Banca Piccolo Credito Salentino, della Cooperativa dei Calzolai e della Banda musicale di Monteroni.

  •  
  • IGNAZIO FALCONIERI

     

     

    Martire della Repubblica Napoletana. Autore di molti scritti.

  •  
  • LUCIANO FAVALE

     

     

    Componente della X Flottiglia Mas, partecipò al "Commando" che nella notte tra il 14 e il 15 Maggio 1942 violò il Porto di Alessandria D'Egitto. Fu insignito della medaglia d'argento e della medaglia di bronzo entrambe al valore militare e della croce al merito di guerra.

  •  
  • MONS. MARCELLO SEMERARO

     

     

    Vescovo di Albano Laziale. Già Vescovo di Oria.

  •  
  • MONS. ORONZO POLITI

     

     

  •  
  • MONS. SALVATORE COLONNA

     

     

    Docente Universitario, autorevole pedagogo, autore di numerose pubblicazioni.

  •  
  • PADRE FRANCESCO DA MONTERONI

     

     

    Morto nel 1682, fu consigliere e confessore di Don Giovanni d'Austria.

  •  
  • PIETRO MARTINO

     

     

    Cadde eroicamente al Caposaldo Klisura, fu insignito della medaglia d'argento al valor militare.

  •  
  • PIETRO PUTIGNANO

     

     

    Sindaco,fece costruire a sue spese la meravigliosa statua d'argento di Sant'Antonio da Padova.

  •  
  • PROF. GIOVANNI BERNARDINI

     

     

    Autore di numerose pubblicazioni di poesia e narrativa.

  •  
  • PROF. LUIGI RIZZO

     

     

    Docente universitario, autorevole esperto della letteratura barocca salentina.

  •  
  • SALVATORE POLITI

     

     

    Sacerdote, si dedicò agli studi di chimica, di fisica, di matematica e di filosofia.

  •  
  • VINCENZO SABATO

     

     

    Laureato in giurisprudenza ed anche in architettura e matematica. Fu riconosciuto dall'Accademia di Parigi "Amico delle Scienze". Autore di molti scritti di Fisica e di Matematica.

  •  
  • VITO BERNARDINI

     

     

    Si prodigò generosamente, in qualità di assessore funzionante, in occasione del colera del 1867.

  •  
  • VITO RIZZO

     

     

    Medico di valore, esercitò la professione nell'ospedale degli incurabili di Napoli durante il colera del 1838. ebbe un riconoscimento ufficiale da parte della Giunta Municipale.

Il sito istituzionale del Comune di Monteroni di Lecce è un progetto realizzato da Parsec 3.26 S.r.l.

Torna all'inizio del contenuto

Questo sito utilizza i cookie per il funzionamento e per offrirti una migliore esperienza. I cookie tecnici e i cookie utilizzati per fini statistici sono già stati impostati. Per ulteriori dettagli sui cookie, compresi quelli terze parti, e su come gestirne le impostazioni consulta la Cookie Policy.

Cliccando ACCETTO acconsenti all’utilizzo dei cookie.